Come cambia l'efficienza energetica dopo il D.Lgs 4 luglio 2014 n.102

Written by AGEws - Settore Commerciale on Venerdì, 07 Novembre 2014. Posted in Homepage in evidenza, Sistemi di Gestione

L’Italia ha recepito la Direttiva 2012/27/UE sull’Efficienza Energetica

L’Italia ha recepito la Direttiva 2012/27/UE sull’Efficienza Energetica con il Decreto Legislativo nr. 102 del 4 Luglio 2014 (G.U. Serie Generale n° 165 del 18/07/2014).

I principali argomenti del D. Lgs. 102/2014 sono:

  • Obbiettivi vincolanti di risparmio energetico 2014-2020
  • Riqualificazione del parco immobiliare pubblico e privato
  • Diagnosi energetiche e riqualificazione degli operatori
  • Misurazione e fatturazione dei consumi energetici
  • Efficienza energetica nel riscaldamento e raffreddamento
  • Trasformazione, trasmissione e distribuzione dell’energia
  • Disposizioni orizzontali
  • mmc niosh

    E’ prevista la redazione della strategia nazionale per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici e privati tenendo conto del Piano nazionale per incrementare gli edifici ad energia quasi zero (art. 5 D.L. 63/2013). Dal 1 gennaio 2014, il 3% della superficie utile degli edifici di proprietà del governo centrale e da esso occupati sarà riqualificata energeticamente in modo da garantire un risparmio energetico cumulato nel periodo 2014/2020 di almeno 0,04 Mtep. Sono allocati 380 milioni di euro per la realizzazione del programma di interventi sulla PA centrale che dovrà inoltre acquistare esclusivamente prodotti servizi ed edifici ad alta efficienza, coerentemente con il rapporto costo/efficacia.

    Entro il 5 Dicembre 2015 è stato imposto l’obbligo per le grandi imprese e per le imprese energivore di effettuare diagnosi energetiche nei propri siti produttivi. Sono inoltre allocati 15 milioni di euro/anno per il periodo 2014/2020 per il cofinanziamento dei programmi attuati dalle Regioni atti ad incentivare le PMI a sottoporsi ad audit energetici. Al fine di qualificare gli operatori sono stati introdotti regimi di certificazione ed accreditamento per i fornitori di servizi energetici. Sono pubblicati gli elenchi delle ESCo, degli EGE e delle imprese certificate ISO 50001. E’ prevista la qualificazione volontaria degli auditors energetici e degli installatori di elementi edilizi. L’obbligo di effettuare diagnosi energetiche nei propri siti produttivi non si applica alle imprese che adottino un Sistema di Gestione dell’energia ISO 50001 certificato.

    E’ previsto l’obbligo di installazione di contatori individuali per i clienti finali che riflettano consumo effettivo e informazioni sul tempo effettivo dell’utilizzo dell’energia.

    Entro il 31 Dicembre 2016 è imposto l’obbligo di installazione di contatori individuali per misurare l’effettivo consumo di calore  per ciascuna unità immobiliare. Qualora non fattibile, vi è comunque l’obbligo di installare sistemi di termoregolazione e contabilizzazione  del calore in corrispondenza dei radiatori.

    mmc niosh

    Entro il 31 dicembre 2014 le informazioni sulle fatture emesse dovranno essere precise e fondate sul consumo effettivo di energia ed il cliente finale potrà accedere ai propri dati di consumo storici che potranno essere messi a disposizione dei fornitori di servizi energetici.

    Entro il 30 ottobre 2015 viene predisposto un rapporto dal GSE che contiene la valutazione del potenziale nazionale di applicazione della cogenerazione ad alto rendimento nonché del teleriscaldamento e teleraffredamento efficienti e vengono individuate le misure da adottare nel periodo 2020-2030 per sfruttare tale potenziale.

    Entro il 5 giugno 2014 è inserito l’obbligo di effettuare un’analisi costi-benefici per gli operatori che propongono progetti per nuovi impianti o progetti per ammodernamento (con potenze superiori a 20 MW) o di nuove reti di teleriscaldamento. L’AEEGSI definisce gli standard del servizio di teleriscaldamento e teleraffredamento, stabilisce i criteri per la determinazione delle tariffe di allacciamento delle utenze e, nei soli casi di nuove reti ubicate in aree urbane non metanizzate, stabilisce le tariffe di cessione del calore. Ancora l’AEEGSI provvede ad aggiornare le regole per la remunerazione delle attività di sviluppo e gestione delle reti. Deve adottare disposizioni per assicurare priorità di Dispacciamento all’energia elettrica prodotta da impianti di cogenerazione ad alto rendimento.  Deve anche regolare l’accesso della domanda ai mercati di bilanciamento, di riserva e di altri servizi di sistema. Inoltre provvede ad adeguare le componenti della tariffa elettrica per superare l’attuale struttura progressiva.

    Alle DISPOSIZIONI ORIZZONTALI viene specificata la realizzazione di un programma di informazione e formazione. Tale programma ha a disposizione 1 Mln di euro l’anno e viene definito tenendo conto delle caratteristiche dei soggetti a cui è rivolto (imprese, fornitori di servizi energetici, PA, studenti e consumatori). Sono introdotte misure per lo sviluppo e la diffusione di contratti tipo di prestazione energetica e vengono definite le linee guida per semplificare e armonizzare le procedure autorizzative per l’istallazione degli impianti. Viene istituito un fondo di natura rotativa per la concessione di garanzie e/o finanziamenti per interventi di efficienza energetica realizzati dalla Pubblica Amministrazione, le ESCo e le imprese.

    About the Author

    AGEws - Settore Commerciale

    AGEws - Settore Commerciale

    Settore Commerciale di AGE web solutions

    Tel. 0425-474553

    Fax. 0425-474846