626 Toolbox - Rischio Rapina

626 Toolbox - Rischio Rapina
(Valutazione del rischio rapina endogeno ed esogeno e check list A.B.I.)

Clicca qui per accedere alla Demo Gratuita

Il software permette di effettuare la valutazione del rischio rapina analizzando le due componenti del rischio (rispettivamente di tipo endogeno ed esogeno) legate all’attività specifica da valutare. La successiva combinazione dei valori rilevati, per le due componenti, consente la determinazione dell’entità del rischio complessivo ai sensi del Titolo I, Capo III, Sezione II del D.Lgs. 81/08.

Inoltre, all’interno del modulo, è presente anche un’ulteriore metodo di calcolo che basa la sua valutazione  sulla “probabilità di accadimento” e sulla “stima del possibile danno” secondo quanto stabilito dalle linee guida rilasciate dell'A.B.I. (Associazione Bancaria Italiana).

 

Caratteristiche

Schermate Rischio Rapina

 

 

 

Schermate Rischio Rapina

 

Il rischio rapina è un rischio di natura "esogena" in quanto deriva da attività criminose poste in essere da terzi e quindi non direttamente collegato con l'attività aziendale (come succede per esempio nel rischio chimico, nel rischio rumore, nel rischio vibrazioni, etc).

Prova la demo on-line è gratis!

La gran parte delle rapine, generalmente, si consuma in pochi minuti. Si tratta delle cosiddette rapine "mordi e fuggi".

La rapina può essere un trauma per chi la subisce costituendo, di fatto, la rottura di un equilibrio interno. Questo provoca nell'individuo condizioni di incertezza e di disorientamento.

Le ripercussioni psico-fisiche sull'individuo non dipendono solo dalla gravità dell'evento criminoso, ma sono anche strettamente correlate alla personalità, alla vulnerabilità, alla capacità di reazione, etc. della persona stessa.

Le vittime di rapina possono reagire ad eventi critici con diverse manifestazioni psico-fisiche quali ad esempio:

  • tremori;
  • aumento del battito cardiaco;
  • shock;
  • stupore;
  • disturbi "post traumatici da stress" (definiti come una variante dei disturbi d'ansia);
  • etc.

I principali sintomi di queste patologie sono:

  • ritualizzazione dell'esperienza traumatica (es. flashback, sogni ricorrenti, disagio psicologico di fronte a fattori che simbolizzano o assomigliano ad un aspetto dell'evento traumatico, etc.);
  • sintomi persistenti di aumentato "arousal" (es. sonno disturbato, difficoltà di concentrazione, irritabilità, scoppi di collera, etc.);
  • etc.

Il software permette di effettuare la valutazione del rischio rapina analizzando le due componenti del rischio (rispettivamente di tipo endogeno ed esogeno) legate all’attività specifica da valutare. La successiva combinazione dei valori rilevati, per le due componenti, consente la determinazione dell’entità del rischio complessivo ai sensi del Titolo I, Capo III, Sezione II del D.Lgs. 81/08.

Inoltre, all’interno dell'applicativo, è presente anche un’ulteriore metodo di calcolo che basa la sua valutazione  sulla “probabilità di accadimento” e sulla “stima del possibile danno” secondo quanto stabilito dalle linee guida rilasciate dell'A.B.I. (Associazione Bancaria Italiana).