626 Toolbox - Rischio Esplosione

626 Toolbox - Rischio Esplosione
(Valutazione del rischio esplosione per atmosfere esplosive)

Clicca qui per accedere alla Demo Gratuita

Il modulo permette di effettuare la valutazione del rischio esplosione per atmosfere esplosive ai sensi del Titolo XI del D.Lgs. 81/08, della direttiva ATEX 94/9/CE, del D.P.R. 126/98, della Norma UNI EN 1127-1, delle norme CEI 31-30, 31-66 e 31-56.

Il software permette di valutare il rischio determinando inoltre (in automatico) anche le relative misure di prevenzione da adottare.

 

Caratteristiche

valutazione dei rischio di esplosione

Il Datore di lavoro ha l'obbligo, secondo l'art. 290 del D.Lgs. 81/08, di valutare i rischi derivanti dalla presenza di atmosfere esplosive negli ambienti di lavoro

Il pericolo di esplosione è correlato ai materiali ed alle sostanze lavorate durante i processi produttivi (utilizzate o rilasciate dalle macchine presenti in azienda).

Prova la demo on-line è gratis!

Alcuni di questi materiali (e sostanze) possono subire processi di combustione nell'aria. Questi processi sono spesso accompagnati dal rilascio di quantità considerevoli di calore e possono essere accompagnati da aumenti di pressione e dal rilascio di materiali pericolosi per la salute dei lavoratori.

A differenza della combustione che si presenta in un incendio, un'esplosione è essenzialmente una propagazione autoalimentata della zona di reazione (fiamma) nell'atmosfera esplosiva.

Pertanto, negli ambienti di lavoro, le polveri combustibili disperse nell'aria formano miscele (nubi) di combustibile (polvere) e di comburente (ossigeno dell'aria), sicché, in presenza di una sorgente di accensione di sufficiente energia, sono in grado di ossidarsi rapidamente per sostenere la combustione. Questa rapida combustione genera un'onda di pressione ed un fronte di fiamma con effetti esplosivi.

La reattività di una polvere è tanto maggiore quanto più piccole sono le particelle che la compongono.

Rischio esplosione

Perché la nube sia esplosiva occorre che la polvere sia combustibile e presente in concentrazione all'interno del campo di esplodibilità (g/m3).

Un'esplosione di polveri può avvenire se sono soddisfatte tutte le seguenti condizioni:

  1. La polvere è combustibile
  2. La polvere è dispersa in aria con modalità tali da formare una nube nell'atmosfera presente negli ambienti lavorativi o nelle loro strette vicinanze
  3. La polvere ha una granulometria capace di propagare la fiamma
  4. La concentrazione della polvere nella nube è compresa nell'intervallo di esplodibilità (tra il limite inferiore di esplodibilità LEL e il limite superiore di esplodibilità UEL)
  5. L'atmosfera in cui è dispersa la polvere contiene sufficiente aria (ossigeno) per sostenere la combustione
  6. E' presente una sorgente d'innesco di energia sufficiente forte da poter innescare la nube

In generale, quando la concentrazione di polvere nell'aria non supera 10 g/m3 si ha la ragionevole certezza di non raggiungere il LEL (limite inferiore di esplodibilità).

pienamente aderente con tutte le normative attualmente vigenti

626 Toolbox - Rischio Esplosione è in grado di determinare (in automatico) il livello di rischio e le relative misure di prevenzione da adottare.

La valutazione generata da 626 Toolbox - Rischio Esplosione è inoltre pienamente aderente alle seguenti normative di legge:

  • ­D. Lgs. 81/08 - Testo unico sulla sicurezza
  • D.P.R. 23/03/98 nr. 126 - Regolamento recante le norme per l'attuazione della direttiva 94/9/CE in materia di apparecchi e sistemi di protezione destinati ad essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva
  • Norma UNI EN 1127-1 - Atmosfere esplosive - Prevenzione dell'esplosione e protezione contro l'esplosione (Concetti fondamentali e metodologia)
  • Norma tecnica C.E.I. EN 60079-10 (Norma C.E.I. 31-30) Costruzioni elettriche per atmosfere esplosive per la presenza di gas. Parte 10: Classificazione dei luoghi pericolosi
  • Guida tecnica C.E.I. 31-35 - Costruzioni elettriche potenzialmente esplosive per la presenza di gas
  • Norma tecnica C.E.I. EN 61241-10 (Norma C.E.I. 31-66) - Costruzioni elettriche destinate ad essere utilizzate in presenza di polveri combustibili
  • Guida tecnica C.E.I. 31-56 - Costruzioni per atmosfere esplosive per la presenza di polveri combustibili