626 Toolbox -Trattamento Aria Impianti

626 Toolbox - Trattamento Aria Impianti 
(Valutazione rischio correlato all'igiene degli Impianti di Trattamento Aria)

btn demo gratuita1

 

CD - 626 Toolbox - Trattamento Aria Impianti

Ai contaminanti aerodispersi presenti negli ambienti di lavoro chiusi sono stati da tempo associati sia ad insorgenza di sintomatologia acuta aspecifica nota con il termine di Sick Building Syndrome (caratterizzata da insorgenza di mal di testa e astenia, sintomi irritativi a carico delle vie respiratorie, degli occhi, della cute che si risolvono con l’allontanamento dall’edificio) sia a patologie note con il termine Building Related Illness correlate all’aver frequentato un determinato edificio, che non si risolvono con il semplice allontanamento dall’ambiente di lavoro, rappresentate ad esempio da legionellosi, aspergillosi, asma bronchiale e alveolite allergica.

Il software permette di valutare i rischi correlati all’igiene degli impianti di trattamento aria, ai contaminanti aerodispersi e all'ispezione visiva degli impianti secondo le linee guida approvate in data 07/02/13 dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano ai sensi dell’art. 64 del D.Lgs. 81/08.

 

Caratteristiche

valutazione rischi degli impianti di trattamento dell' aria

E la contaminazione microbiologica e chimica dell’aria negli ambienti chiusi è spesso imputabile a scarse condizioni igieniche, al sovraffollamento dei locali e/o a errori di progettazione e/o di installazione degli impianti di trattamento dell’aria (detti anche impianti aeraulici) che non consentono un’idonea pulizia e manutenzione degli stessi.

Prova la demo on-line è gratis!

In questi casi gli impianti possono causare la diffusione di numerosi inquinanti, provenienti sia dall’esterno sia dall’interno dell’edificio, derivanti da residui di materiali da costruzione, da resti di origine vegetale e animale (piccioni, topi, insetti), muffe, batteri, etc. che possono contaminare l’acqua e le superfici all’interno degli impianti aeraulici.

È dunque necessario controllare i possibili pericoli per il benessere e la salute dei lavoratori, legati alla presenza di inquinanti aerodiffusibili, attraverso la corretta utilizzazione e manutenzione degli impianti aeraulici per garantire una buona qualità dell’aria immessa e migliorare le condizioni igieniche dell’ambiente di lavoro.

In questo senso lo stesso D.Lgs. 81/2008 (art. 64)obbliga il datore di lavoro a provvedere alla regolare manutenzione e pulitura degli impianti di areazione e l’allegato IV (Requisiti dei luoghi di lavoro) fornisce ulteriori indicazioni in merito alla pulizia e alla manutenzione degli stessi.

manutenzione degli impianti  di trattamento dell' aria

Il software permette di valutare i rischi correlati all’igiene degli impianti di trattamento aria, ai contaminanti aerodispersi e all'ispezione visiva degli impianti secondo le linee guida approvate in data 07/02/13 dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano ai sensi dell’art. 64 del D.Lgs. 81/08.