626 Toolbox - Valutazione Posturale Metodo R.U.L.A.

626 Toolbox - R.U.L.A.
(Valutazione Posturale - Metodo R.U.L.A.)

Clicca qui per accedere alla Demo Gratuita

Il modulo permette di effettuare la valutazione posturale del rischio dovuto a patologie muscolo-scheletrichedell’arto superiore, del collo e della posizione delle gambe legato soprattutto alla prolungata permanenza in posizioni statiche utilizzando il metodo RULA (Rapid Upper Limb Assessment)

Il metodo RULA è un metodo utilizzato a livello internazionale che permette un'analisi quantitativa dei principali fattori di rischio a cui può essere soggetto un lavoratore.

Il metodo è da utilizzare in un contesto di valutazione posturale generale, l’output fondamentale del metodo RULA è quello di identificare situazioni/condizioni di lavoro che potrebbero comportare patologie gravi nei lavoratori.

 

Caratteristiche

626 Toolbox - Valutazione Posturale (Metodo RULA)

 

626 Toolbox - Valutazione Posturale (Metodo RULA)

 

 

 

RULA (Rapid Upper Limb Assessment) è un metodo impiegato per la valutazione del rischio dovuto a patologie muscolo-scheletriche dell’arto superiore, del collo e della posizione delle gambe legato soprattutto alla prolungata permanenza in posizioni statiche.

Prova la demo on-line è gratis!

Il determinante fondamentale del metodo è la postura assunta dal lavoratore nell’arco dello svolgimento delle attività caratterizzanti il lavoro svolto.

In particolare sono prese in considerazione dal metodo RULA le sollecitazioni del distretto anatomico superiore (spalla, gomito, polso), valutando comunque anche collo, tronco e posizione delle gambe.

Nel metodo di calcolo, in funzione delle posizioni assunte dai differenti distretti articolari, sono assegnati valori predeterminati che possono essere incrementati/decrementati in presenza di  particolari condizioni di forza muscolare e postura.

Le posizioni sono elencate in modo  tale che la prima posizione corrisponda all'intervallo di movimento o alla postura di lavoro in cui il fattore di rischio correlato è minimo (posizione alla quale è associato un punteggio pari a 1).  Numeri più alti sono assegnati agli  intervalli di movimento che presentano posture più estreme.

Il metodo RULA prevede, per ciascun compito facente parte dell’attività lavorativa, la valutazione di due gruppi distinti comprendenti i vari distretti articolari, in particolare:

- Gruppo A: valutazione di Braccio, Avambraccio, Polso;

- Gruppo B: valutazione di Collo, Tronco, Gambe;

Al termine della determinazione delle posizioni per ciascun distretto, unitamente alla valutazione della forza applicata e dell’uso muscolare (nel gruppo A per arto destro e sinistro, nel gruppo B indicazione generale) il software procede (in automatico) alla valutazione effettiva dell’indice RULA.