626 Toolbox - Rischio Chimico ISPRA

626 Toolbox - Rischio Chimico ISPRA 
(Valutazione del rischio chimico con Metodo ISPRA)

btn demo gratuita1

 

 

CD - 626 Toolbox - Rischio Chimico con Metodo ISPRA

Il software permette di redigere il Documento di Valutazione del Rischio Chimico secondo un metodo di calcolo simile a quello elaborato dall'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) che prende in considerazione il rischio da esposizione ad agenti chimici pericolosi e ad agenti cancerogeni e mutageni ai sensi del Titolo IX, Capo I, D.Lgs. 81/08.

Il metodo di calcolo è frutto della collaborazione tra l’Università Politecnica delle Marche, la Environment Agency (England), la Scottish Environmental Protection Agency (SEPA), l’ARPA Basilicata, l’ARPA Emilia Romagna, l’ARPA Liguria, l’ARPA Piemonte, l’ARPA Campania, l’ARPA Marche, l’ARPA Sicilia.

Il software è già aggiornato al nuovo Regolamento 1272/2008 (CLP) con la gestione dei pittogrammi, delle frasi H, delle frasi EUH e delle frasi P.

 

Caratteristiche

Screen-shots Rischio Chimico INRS

 

Il software permette di redigere il Documento di Valutazione del Rischio Chimico secondo un metodo di calcolo con accuratezza simile a quello elaborato dall'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) che prende in considerazione il rischio da esposizione ad agenti chimici pericolosi e ad agenti cancerogeni e mutageni ai sensi del Titolo IX, Capo I, D.Lgs. 81/08.

Prova la demo on-line è gratis!

La valutazione del rischio passa attraverso tre principali fasi, che sono:

  • la valutazione del pericolo
  • la valutazione dell’esposizione
  • la caratterizzazione del rischio

L’algoritmo di calcolo dell’indice di rischio prende in considerazione i seguenti parametri:

  • il livello d’esposizione agli “n” agenti chimici pericolosi a cui può essere sottoposto il lavoratore durante l’attività lavorativa analizzata (di norma nella settimana tipo);
  • la somma dei corrispondenti fattori di pericolo indicati dalle specifiche frasi di rischio dei prodotti chimici utilizzati;
  • i fattori di esposizione temporale di ogni agente chimico pericoloso valutato;
  • lo stato fisico delle sostanze prese in esame;
  • la quantità di prodotto  utilizzata dal lavoratore nella settimana di riferimento;
  • la quantità di prodotto  stoccata nella settimana di riferimento;
  • le modalità d’uso della sostanza chimica analizzata;
  • i fattori di prevenzione e protezione adottati dal lavoratore;
  • il valore limite della sostanza di riferimento qualora rilevabile;
  • etc.

Nell’algoritmo di calcolo di 626 Toolbox – Rischio Chimico ISPRA sono contenuti tutti i parametri che la norma vuole che si prendano in considerazione (D.Lgs. 81/08, Titolo IX, Capo I, art. 223). Inoltre, il software è già aggiornato al nuovo Regolamento 1272/2008 (CLP) con la gestione dei pittogrammi, delle frasi H, delle frasi EUH e delle frasi P.