626 Toolbox - Rischio Amianto

626 Toolbox - Rischio Amianto
(Valutazione del rischio dovuto all'esposizione alle fibre di amianto)

Clicca qui per accedere alla Demo Gratuita

Il software permette di effettuare la valutazione del rischio relativamente all’esposizione dei lavoratori alle fibre di amianto come previsto dal Titolo IX, Capo III del D.Lgs. 81/08

La valutazione effettuata dal software è suddivisa in due parti, la prima riguardante la valutazione dell’esposizione dovuta all’attività lavorativa, la seconda riguardante la valutazione dell’ambiente lavorativo e dei materiali presenti sul luogo stesso.

 

Caratteristiche

626 Toolbox - Rischio  Amianto

 

 

 

 

 

 

 

Il datore di lavoro è tenuto a valutare i rischi dovuti alla polvere proveniente dall'amianto o dai materiali contenenti amianto, al fine di stabilire la natura e il grado dell'esposizione e le misure preventive e protettive da attuare, ai sensi dell'art. 249 del D.Lgs. 81/08.

Prova la demo on-line è gratis!

Il comma 2 del citato articolo 249, precisa che in caso di esposizioni sporadiche e di debole intensità all'amianto, a condizione che risulti dalla valutazione dei rischi, non si applicano alcune condizioni di cui agli artt. 250 (notifica da presentare prima dell'inizio dei lavori all'organo di vigilanza), 251 comma 1 (le misure di prevenzione e protezione: limitazione dei lavoratori esposti, stoccaggio dei materiali in appositi imballaggi chiusi, decontaminazione delle aree di riposo, ecc), 259 (sorveglianza sanitaria), 260 comma 1 (istituzione del registro di esposizione e delle cartelle sanitarie e di rischio).

Nella riunione del 15 dicembre 2010 la Commissione consultiva permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro ha approvato gli orientamenti pratici per la determinazione delle Esposizioni Sporadiche E di Deboli Intensità (dette ESEDI) all'amianto, pubblicate con la lettera circolare del Ministero del lavoro e delle politiche sociali del 25 gennaio 2011.

Nelle considerazioni degli orientamenti pratici della Commissione, vengono escluse dalle ESEDI (e quindi non possono usufruire delle esenzioni di cui all'art. 249 comma 2), le aziende iscritte alla categoria 10 dell'Albo Nazionale dei Gestori ambientali, di cui all'art. 212 del D.Lgs. 152/06, abilitate allo smaltimento e la rimozione dell'amianto e la bonifica delle aree interessate.

Il software permette di effettuare la valutazione del rischio relativamente all’esposizione dei lavoratori alle fibre di amianto come previsto dal Titolo IX, Capo III del D.Lgs. 81/08. La valutazione è suddivisa in due parti, la prima riguardante la valutazione dell’esposizione dovuta all’attività lavorativa, la seconda riguardante la valutazione dell’ambiente lavorativo e dei materiali presenti sul luogo stesso.