626 Toolbox - Campi Elettromagnetici

626 Toolbox - Campi Elettromagnetici
(Valutazione del rischio campi elettromagnetici)

Clicca qui per accedere alla Demo Gratuita

Il modulo permette di effettuare la valutazione del rischio dovuto all'esposizione ai Campi Elettromagnetici secondo quanto stabilito dal D.Lgs. 81/08 (Titolo VIII, Capo IV), dalla Legge 36/01, dal CEI 106-11, CEI 211-6, CEI 211-7, dal UNI CEV ENV 13005, dalle Linee guida ISPESL etc.

Il software permette di valutare il rischio sia per i lavoratori sia per la popolazione implementando al suo interno entrambi gli algoritmi di calcolo. L'applicativo è inoltre in grado di determinare (in automatico) sia il livello di rischio a cui il lavoratore può essere soggetto sia le relative misure di prevenzione da adottare

 

Caratteristiche

Esposizione ai Campi Elettromagnetici

Il Datore di lavoro ha l'obbligo (secondo il Titolo VIII Capo IV del D.Lgs. 81/08) di effettuare la verifica dei livelli di campo elettrico, magnetico ed elettromagnetico degli ambienti lavorativi dove sono presenti infrastrutture o dispositivi elettrici in genere.

Prova la demo on-line è gratis!

L'esigenza di controllare i livelli di campo elettrico e magnetico prodotti da infrastrutture elettriche (linee, trasformatori, quadri, etc.) o dispositivi elettrici di tipo civile ed industriale (macchine operatrici, sistemi per il trattamento a induzione, sistemi di saldatura, etc.) nasce principalmente dalla necessità di tutelare la salute delle persone (sia da effetti a breve che a lungo termine).

I Campi magnetici statici e campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici variabili nel tempo di frequenza inferiore o pari a 300 GHz (detti anche campi elettromagnetici BF) danno origine a correnti indotte in materiali conduttori.

Il corpo umano è un ottimo conduttore ed estremamente ricco di cariche libere che generano correnti ioniche endogene al corpo stesso. Queste cariche elettriche sono necessarie per assicurare il funzionamento di diverse attività fisiologiche primarie come per esempio la contrazione dei muscoli, il battito del cuore, la trasmissione degli stimoli nervosi, il funzionamento del cervello, etc.

elettromagnetismo

626 Toolbox - Campi Elettromagnetici

Queste correnti endogene al corpo umano possono subire modificazioni sostanziali a seguito di esposizione a campi elettromagnetici presenti nell'ambiente lavorativo.

Nel caso di esposizione a campi a bassa frequenza la corrente indotta (che attraversa una sezione unitaria di tessuto) può essere confrontata con i normali valori endogeni del corpo umano per valutare il suo potenziale rischio sulla salute.

I principali fattori da tenere sempre in considerazione (nella valutazione del rischio) sono:

  • VALORI DI AZIONE : espressi come l'entità dei parametri direttamente misurabili in termini di intensità di campo elettrico (E), intensità di campo magnetico (H), induzione magnetica (B) e densità di potenza (S);
  • CORRENTE DI CONTATTO: ovvero la corrente che fluisce al contatto tra un individuo ed un oggetto conduttore caricato dal campo elettromagnetico presente nell'ambiente;
  • CORRENTE INDOTTA ATTRAVERSO GLI ARTI: ovvero la corrente (espressa in Ampere) indotta attraverso qualsiasi arto a frequenza compresa tra 10 e 110 MHz;
  • DENSITA' DI CORRENTE: ovvero la corrente che passa attraverso una sezione unitaria perpendicolare alla sua direzione in un volume conduttore quale il corpo umano (o una sua specifica parte anatomica es. braccia, gambe, busto, etc.);
  • INTENSITA' DI CAMPO ELETTRICO: è una grandezza vettoriale (E) che corrisponde alla forza esercitata su una particella carica indipendentemente dal suo movimento nello spazio;
  • INTENSITA' DI CAMPO MAGNETICO: è una grandezza vettoriale (H) che, assieme all'induzione magnetica, specifica un campo magnetico in qualunque punto dello spazio;
  • INDUZIONE MAGNETICA: è una grandezza vettoriale (B) che determina una forza agente sulle cariche in movimento;
  • DESISTA' DI POTENZA: è un parametro che si impiega solo nel caso di frequenze molto alte per le quali la profondità di penetrazione delle onde elettromagnetiche nel corpo umano è modesta. Si tratta della potenza radiante incidente perpendicolarmente ad una superficie, divisa per l'area della superficie stesa ed è espressa in Watt per metro quadro (W/m2);
  • ASSORBIMENTO SPECIFICO DI ENERGIA: si definisce come l'energia assorbita per unità di massa di tessuto biologico e si esprime in Joule per chilogrammo (J/kg);

626 Toolbox - Rischio Elettromagnetico permette di valutare il rischio a cui i lavoratori possono essere soggetti durante la loro normale attività aziendale.

Il software permette di valutare il rischio sia per i lavoratori sia per la popolazione, implementando al suo interno, entrambi gli algoritmi di calcolo.

Il software è inoltre in grado di determinare (in automatico) sia il livello di rischio a cui il lavoratore può essere soggetto durante la normale attività lavorativa sia le relative misure di prevenzione da adottare da parte del Datore di Lavoro.

626 Toolbox - Campi Elettromagnetici

Pienamete aderente alla normativa

La valutazione dei rischi generata da 626 Toolbox - Rischio Elettromagnetico è inoltre pienamente aderente alle seguenti normative di legge:

  • D.Lgs. 81/08 Titolo VIII, Capo IV
  • Legge 36/01 (Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici)
  • D.P.C.M. del 8 luglio 2003 (Decreto attuativo Legge 36/01 - fissazione dei limiti di esposizione)
  • CEI 106-11 (Guida per la determinazione delle fasce di rispetto per gli elettrodotti secondo le disposizioni del D.P.C.M. 8 luglio 2003)
  • CEI 211-6 (Guida per la misura e per la valutazione dei campi elettromagnetici nell'intervallo di frequenza 0 Hz - 10 kHz con riferimento all'espozione umana)
  • CEI 211-7 (Guida per la misura e per la valutazione dei campi elettromagnetici nell'intervallo di frequenza 10 kHz - 300 GHz con riferimento all'espozione umana)
  • UNI CEV ENV 13005 (Guida all'espressione dell'incertezza di misura)
  • Linee Guida per la misura dei Campi Elettromagnetici dell'Agenzia Nazionale di Protezione dell'Ambiente
  • Linee guida ISPESL su campi elettromagnetici